giovedì 22 maggio 2014

Vademecum per la cura naturale dei capelli

Vi ho preparato un vademecum con le informazioni base per la cura dei capelli in generale. Ho voluto farlo per poter condividere con voi tutte le informazioni che con il tempo ho raccolto, sperando che vi sia utile. 
Questo post verrà aggiornato ogni volta che acquisirò nuove informazioni. Siete liberi di contribuire tramite i commenti.




1)CENNI STORICI
I capelli hanno da sempre avuto un significato molto simbolico  dal punto di vista antropologico, culturale. Simbolo di forza e di seduzione ma non solo.
Nell'antico Egitto, la dea Iside si taglia i capelli a causa del dolore per l'assassinio di Osiride.
Nel mito biblico di Sansone i capelli appaiono strettamente legati alla forza e al legame col Dio.
Il taglio dei capelli, fino alla rasatura completa, ha sempre avuto, nella tradizione religiosa e culturale, il senso di sacrificio o anche di mutilazione di alcune virtù dell'essere umano, fino al significato estremo di perdita della propria identità profonda o un suo cambiamento profondo.
Per i Nativi Americani i capelli rappresentano un legame con la madre terra ed il proprio spirito e per questo motivo il taglio dei capelli viene fatto raramente e solo per dei seri motivi ed ovviamente durante una cerimonia.
Per i jamaicani della cultura rastafari i capelli vengono aggrovigliati su se stessi formando i dreadlocks che ricordano la criniera del leone, simbolo della tribù di Giuda da cui discende Ras Tafari.
Nella cultura occidentale più "recente" le acconciature sono espressione di disagio sociale, protesta o di appartenenza a stili di vita, a mode, a generi musicali, ideologie politche.




2) Fisiologia ed analisi del capello


3)Misurazione 

  • lunghezzaLa lunghezza del capello viene convenzionalmente presa partendo dall'attaccatura frontale perché è il solo modo per ottenere un dato preciso. In pratica basta prendere un metro da sarta, posare un capo del nastro dove c'è l'attaccatura frontale dei capelli, cercare di averli il più lisci possibile. Tenendo ben fermo il capo del metro sulla fronte, fate scorrere il nastro sulla testa e lasciatelo ricadere dietro la schiena. Infine sentite con le dita dove arrivano i capelli dietro la schiena e afferrate il nastro in quel punto, avrete quindi la misura dei vostri capelli. Se li avete ricci dovete tirare il capello.
  • girocoda : si fa una coda e si misura la circonferenza della coda con un metro morbido o con dello spago.  SOTTILI : meno di 5 cm;  NORMALI : tra i 5 e i 10 cm; SPESSI oltre i 10 cm. Anche se questo dato è influenzato pure dalla densità dei capelli : folti, normali, radi.


4) Trattamento e detergenza del capello  

a) Impacco pre-shampoo: è l'applicazione di un prodotto prima dello shampoo, richiede una durata di applicazione che varia dalla mezz'ora ad un ora circa. Ha la funzione di idratare, rinforzare, dare lucentezza, districare, riparare,prevenire, riflessare etc... A seconda del tipo di capello si sceglierà il prodotto più adatto. In commercio esistono tante maschere per capelli bio oppure ci si da al fai da te.

b) Detergenza   
  • COWASH : ( conditioner washing) metodo che consiste nel lavare i capelli solo con zucchero (fa un leggero scrub sul cuoio capelluto e ne facilita la pulizia) e balsamo (sfrutta l’azione lavante dei tensioattivi in esso contenuti). Questo tipo di lavaggio è indicato soprattutto per chi è costretto a causa dei capelli grassi o molto sottili, crespi, per chi necessita di lavaggi giornalieri : il cowash evita infatti di stressare la cute con i tensioattivi degli shampo, poichè lo zucchero funge da scrub, pulendo e sgrassando naturalmente la cute senza aggredirla lasciando i capelli morbide. Il mio parere personale: meglio prendere uno shampoo adatto alle proprie esigenze, ed utilizzarlo solo quando si vuole fare uno scrub ma non come alternativa costante della detergenza con lo shampoo.     Esperienze sui forum:   
  •  FARINA:   quella di ceci contiene saponine, ha un buon potere sgrassante senza però incidere troppo sull’eventuale secchezza del capello. Non aspettatevi schiuma. 2 cucchiai abbondanti di farina di ceci (anche 3 se avete i capelli lunghi) acqua appena tiepida, quanto basta a formare una pastella densa. Poi si possono aggiungere anche altre cose. La farina di avena si può usare ma contiene meno saponine. Però è ideale per chi ha il cuoio capelluto sensibile e magari soffre di prurito.  Esperienze sui forum:
  •  AMIDO di riso, di mais, etc..  ideale per capelli grassi, lo si può usare in aggiunta allo shampoo diluendolo prima in un po' d'acqua, oppure come shampoo secco. Per quest'ultimo metodo lo si mette sulla testa, nelle zone unte, lo si lascia agire per qualche minuto o anche più ed infine si pettina/spazzola via. In questo modo si elimina l'unto perchè l'amido lo assorbe e si può quindi allungare i tempi tra un lavaggio ed un altro. 
  • ERBE LAVANTI: 
    • Shikakai, (acacia concinna) pianta ricca di saponine, indicata in caso di forfora, ha anche un leggero potere condizionante, attenzione, se usata troppo spesso rischia di scurire i capelli.
    • Aritha o reetha, (sapindus trifoliatus) anche questa ricca di saponine
  •  ARGILLA grazie alle sue proprietà purificanti e riequilibranti, più adatto epr capelli grassi. Tra i vari tipi di argilla quella più usata è l'argilla Ghassoul o Rhassoul.
  •  BICARBONATO DI SODIO:  aggiunto nello shampoo o da solo. Il dibattito sulla sua efficacia è ancora in corso. Il dubbio è sul ph del bicarbonato che rischia di essere troppo aggressivo. Sul forum di Lola trovate la discussione. 
  •  UOVO:  La ricetta di Sissi chiamata così perchè era il metodo che la regina d'Austria usava per lavare i suoi capelli, utilizzava l'uovo. L'uovo è ricchissimo di lecitina, che è un emulsionante e sui capelli la lecitina emulsiona lo sporco ed il grasso, che poi verrà asportato con acqua.
c) Balsamo: ha la funzione di ammorbidire e districare i capelli, ma non sempre è necessario, specialmente quando si fanno impacchi pre-shampoo. Spesso ingrassa ed appesantisce. Il suo uso è soggettivo, in ogni caso che sia senza siliconi, ad inci verde.

d) Risciacquo finale: viene effettuato dopo aver risciacquato i capelli dallo shampoo ed è l'ultima cosa che si fa prima di asciugarli. Solitamente si tratta di infusi o decotti FREDDI ( perchè il freddo fa chiudere le cuticole del capello, rendendolo più lucido e resistente). Per chi ha l'acqua molto calcarea allora si consiglia di acidificare l'acqua del risciacquo aggiungendo un pochino di succo di limone/ aceto di mele/ acido citrico, anche l'acidità aiuta a far chiudere le cuticole del capello, ma attenzione nell'uso perchè potrebbe seccare i capelli. Ne esistono di vari tipi a seconda del proprio tipo di capello ed eventuale problema. 

  • esaltare i riflessi:   camomilla--> biondo; karkadè --> rosso; caffè--> marrone
  • per i capelli grassi:   risciacquo acido; rosmarino, ortica, salvia, rucola etc...
  • per forfora secca:  malva perchè lenisce il prurito, anche la lavanda.
Maggiori info su Saicosatispalmi 


e) Altri prodotti: 
  • per modellare i capelli al posto del classico gel si può usare il gel di semi di lino o gel di aloe, molto utile anche per modellare i ricci.
  • termoprotettori: ovviamente è inutile dirvi quanto fa male ai capelli utilizzare piastre, anche il phon, rovina i capelli. Esistono dei prodotti che possono diminuire i danni, oppure si mette degli oli o burri per proteggere. Un prodotto che potrebbe esservi utile è lo spray Capelli di luce di Alchimia Natura. Però ricordatevi che una volta che il capello è danneggiato o ha le doppie punte non c'è più niente da fare se non tagliare.

5) Asciugatura e piega

- Asciugamano:  dopo aver lavato i capelli, strizzarli e mettere un asciugamano in testa e tamponare. La cosa migliore è utilizzare un asciugamano in bambù che è morbido, non rovina il capello ed assorbe molta più acqua rispetto al cotone. E' meglio ancora della microfibra che invece può elettrizzare il capello e non ha la stessa delicatezza del bambù. Personalmente io mi trovo molto bene con l'asciugamano di Les Tendance D'Emma.
I capelli saranno più asciutti, in meno tempo, niente sensazione testa bagnata e soprattuto userete per meno tempo il phon, che stressa il capello e consuma energia.

Evitate di pettinare i capelli bagnati perchè si possono rovinare, se proprio dovete farlo aspettate che si siano un po' asciugati ed usate un pettine a denti larghi.
Evitate se possibile piastre ed altri strumenti che agiscono tramite il calore. 

- Metodi di "piega naturale a freddo" cioè senza calore:
  • per avere capelli mossi o boccolosi: 
    • metodo del calzino in testa
    • metodo della fascia  
    • metodo con le forcine: raccogliete i capelli con un elastico e lasciate fuori una ciocca di capelli nella parte bassa della nuca. Arrotolate la ciocca intorno al dito e fissatela alla testa con unaforcina.
    • metodo della T-shirt
    • metodo delle trecce per avere l'effetto ondulato tipo friseè
    • metodo con i "laccetti"
    • in commercio si trovano diversi aggeggini che potrebbero aiutare: esistono delle specie di bigodini elastici che danno un effetto boccoloso che si chiamano "magic leverag" o "curl former", poi ci sono anche i "magic roller" e pure i bigodini flessibili.
  • capelli lisci: 
6) Taglio

Il taglio dei capelli è inevitabile quando i capelli hanno le doppie punte o sono rovinati, sfibrati.  
Per capire qual'è il taglio adatto a noi bisogna prima conoscere la propria forma del viso e quindi trovare il taglio adatto.  Potete anche farlo attraverso programmi per il computer o applicazioni che partendo da una vostra foto poi potete modificare i capelli, il colore. 

Esistono dei saloni da parrucchiera che si dichiarano sostenibili, personalmente non li ho mai potuti visitare, quindi non posso essere certa dei prodotti che usano: 
Se siete nel dubbio potete darvi al taglio fai-da-te, perciò vi servono delle forbici di buona qualità, i prezzi variano molto e non me ne intendo particolarmente. Potete acquistarli in negozi specializzati per parrucchieri ( ma i prezzi poi diventano astronomici) oppure anche su internet, ad esempio su amazon.
E poi per aiutarvi a tagliare esiste un attrezzo che si chiama CREACLIP, di solito venduto in coppia: uno lungo e uno più piccolo per la frangia.  Lo trovate su ebay, o sul sito cinese aliexpress se volete spendere poco. Vi linko una esperienza su youtube.
Alcuni tagliano i capelli secondo le fasi lunari, per avere una crescita più rapida. C'è chi ci crede e chi no.




7) TINTA NATURALE
Per tingere i capelli in modo naturale si possono usare delle erbe tintorie essicate e polverizzate. La più conosciuta è l'Hennè, che è Lawsonia inermis.

8) Spazzole e pettini

Su questo argomento c'è sempre molta discussione. Da quello che ho potuto leggere e capire si consiglia di preferire il legno alla plastica, di evitare le spazzole in metallo,di evitare le spazzole con i pallini sulle estremità dei dentini perchè pare che rovinino di più i capelli. Quello che posso consigliarvi sono i seguenti:


-Spazzole e pettini in legno TEK  sono antistatici, il legno è un materiale naturale ed il loro è certificato, e sono made in italy.


-Tangle Teezer spazzola scioglinodi

-Michel Mercier  spazzole sciogli nodi una per tipo di capelli: sottili, normali, grossi/afro.

-Dessata praticamente uguale alla Tangle Teezer.

Un sito dove avete molta scelta di spazzole e le spese si spedizione sono gratuite è BeautyBay oppure FeelUnique dove le spese di spedizione sono gratuite oltre le 10 sterline.

9) Altri accessori


  •  Hair brush cleaner è molto importante pulire con frequenza le spazzole e pettini. Per farlo io utilizzo questo cleaner per eliminare tutti i capelli rimasti attaccati alla spazzola. Poi lavo la spazzola con del sapone e sotto l'acqua. L'ho comprato in un negozio di prodotti per parrucchieri, ma si trova anche su internet.



  • Cuffia/casco a cui si può attaccare il phon, può essere definito un sostituto del casco dalla parrucchiera. Utile per accelerare i tempi per la piega naturale di cui ho parlato su, oppure quando si fa la tinta naturale può dimezzare i tempi.



  • Mantellina da parrucchiere  utile per quando si vuole tagliare o tingere i capelli.



  •  Spin Curl è un accessorio che si attacca al phon e si possono ottenere dei capelli boccolosi solo con l'aria del phon, senza bigodini o piastra arriccacapelli. C'è quello della Remington, ma ce ne sono anche di altre marche, leggermente diversi, e venduti da cinesi. La differenza spesso sta nel fatto che alcuni sono chiusi dal lato inferiore e quindi se uno ha i capelli molto lunghi non riesce, mentre se è aperto da entrambi i lati allora va bene per qualunque lunghezza.





  • Massaggiatore per il cuoio capelluto :  massaggiare il cuoio capelluto  favorisce la circolazione sanguigna del cuoio capelluto, la crescita dei capelli, elimina stress e tensioni. Si possono fare massaggi manuale oppure comprare degli attrezzi.
    • il "ragno" : una soluzione economica, si trova dappertutto. 
    • Spazzola per capelli con luce LED e massaggio a vibrazione. Non le ho mai provate e non so se siano veramente efficaci. 


    • Casco Laser: ha un costo abbastanza proibitivo, oltre i 600 euro. La luce laser ed i led vengono emessi da questo casco direttamente sul cuoio capelluto, e secondo i produttori dovrebbe essere in grado di rinvigorire le cellule dei bulbi piliferi riattivandole. 





2 commenti:

  1. Post splendido, complimenti! Ma citiamolo, Capelli di Fata, dai!! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...